Capodanno in Giappone

Come e quando festeggiano il capodanno in Giappone, le tradizioni del capodanno giapponese

capodanno giapponeseIl Capodanno Giappone, chiamato anche Shogatsu o Oshogatsu, è la festa più importante del paese del Sol Levante. La maggior parte delle aziende rimane chiusa dal 1° gennaio fino al 3 gennaio e le famiglie si riuniscono per trascorrere delle intere giornate insieme, a parlare e mangiare.

 

In Giappone i vari anni sono tradizionalmente visti come completamente separati, così ogni nuovo anno dà vita ad un nuovo inizio. Di conseguenza, l'obiettivo di tutti è quello di lasciare le preoccupazioni dell'anno vecchio alla spalle, così come i problemi ad esso legati.

 

Le case e i cancelli d'ingresso sono decorati con ornamenti fatti di pini, bambù e prugne. Nel giorno del Capodanno giapponese, si usa mangiare il toshikoshi soba, che è della pasta di grano saraceno, che simboleggia la longevità. Una consuetudine più recente è guardare lo spettacolo musicale "Kohaku Uta Gassen", un programma televisivo molto popolare a cui prendono parte molti dei più famosi volti noti del Giappone che si alternano in spettacolari esibizioni.

 

Il 1° gennaio è un giorno di buon auspicio, dunque la cosa migliore è quella di ammirare la prima alba del nuovo anno (in giapponese Hatsu-Hinode). Il primo giorno del nuovo anno dovrebbe anche essere pieno di gioia, privo di stress e di rabbia, inoltre tutto deve essere pulito e assolutamente non bisogna lavorare.

 

E' tradizione popolare visitare un santuario o un tempio durante questi giorni di festa. Tra le destinazioni più popolari c'è il tempio Meiji di Tokyo, che attira milioni di persone nel corso di questi tre giorni di festività.

 

In Giappone si tengono, per tradizionale, anche dei giochi legati a questo Capodanno, anche se nel corso degli ultimi anni la loro popolarità è fortemente diminuita. Lo Hanetsuki (ovvero il badminton), il Takoage (ovvero far volare un aquilone) e il Karuta (un gioco di carte) sono stati per anni tra i giochi preferiti.

 

Un'usanza molto popolare è l'invio di cartoline di auguri ad amici e parenti. Non è affatto raro che una persona riceva decine e decine di auguri, oltre che da amici e parenti, anche da colleghi di lavoro.

 

La notte tra il 31 dicembre e il 1° gennaio, nota in giapponese come Ōmisoka, è la seconda festa più importante dell'anno, dato che si tratta dell'ultimo giorno del vecchio anno, oltre che della vigilia di Capodanno, il primo giorno più importante dell'anno.

 

Intorno alle 23 i giapponesi si riuniscono a tavola per l'ultima volta nell'anno vecchio, per mangiare una ciotola di toshikoshi-soba o di toshikoshi-udon. Questi piatti sono a base di noodles, che praticamente degli spaghetti. La parola “Toshikoshi” significa "a cavallo di un anno con un altro", ecco dunque perché questo è un piatto tipico della notte di capodanno in Giappone.

 

A mezzanotte molti visitano un santuario o un tempio per l'Hatsumode. In tutto il Giappone, i santuari shintoisti si preparano all'avvicinamento della tanta folla. La maggior parte dei templi buddisti hanno una grande campana che viene toccata una volta per ciascuno dei 108 desideri terreni che si ritiene causano sofferenza umana.

Cerca Discoteche

Asciano, Via Martiri Della Liberta', 53, 53041
Scandiano, 4/E, Viale Della Rocca, 42019
Genova, 7r, Via Antonio Cecchi, 16121
Cornuda, Via Padova, 21, 31041